domenica 5 giugno 2011

Recuperando...

Tinker House

Beviamoci una tazza di te nella casetta di Donna Reyné, a Tipton in Indiana, USA.

Mi racconta che quando era bambina, sua padre le regalò una casetta  per le  bambole in compensato, costruita da lui. Gliela fece trovare sotto l'albero di Natale volutamente incompleta per poter continuare il progetto insieme. Donna la dipinse, confezionò i piccoli tappeti, le tende e alcuni mobili. Il padre era un militare, spesso assente e  la casetta rimase incompleta. Venne regalata ad un'altra bambina e se ne persero le tracce. Il padre morì e nel cuore di Donna fra i molti ricordi anche il desiderio di veder la sua casetta completata. Condivise questo delicato pensiero con il marito che si rese disponibile per crearne e completarne una nuova. Se i pensieri di una bambina possono contenere una casetta per le bambole,  quelli di una donna possono veder realizzato un sogno.
Ecco la casetta che il marito ha realizzato per lei:




Deciso il luogo ideale, all'ombra della grande quercia, sono state impostate le pareti esterne.


Ogni elemento è stato recuperato con ingegno e fantasia



 Piccole rotelle in acciaio scorrono su un binario in ferro,
permettendo alle porte in legno di aprirsi facilmente.


 Vecchi tessuti in iuta grezza fungono da tendaggi, 
appesi con il solo aiuto di un chiodino glamour.

 
Ogni dettaglio è delicatamente accostato e rimanda i ricordi alla casetta delle bambole 
che Donna avrebbe voluto completare da bambina.
Niente di nuovo, tutto sapientemente riciclato!
Semplicemente meraviglioso!
Cosa ne dite?

Felice settimana
Gianly



17 commenti:

  1. la casetta dei miei sogni.... è uno spettacolo! buona settimana a te cara amica!

    RispondiElimina
  2. Ma e'un sogno!!
    Ps grazie x il tuo commento, Gianly..non sai quanto io l'abbia apprezzato!
    Baci.
    Laura@RicevereconStile

    RispondiElimina
  3. Dico di siii!!!
    poeticissima... coma la storia che l'accompagna!
    buona domenica!
    donata

    RispondiElimina
  4. Che marito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Mamma mia che meraviglia..... una buona e bellissima settimana a te, baci, Flavia

    RispondiElimina
  6. è romanticissima...meravigliosa!!!la voglio anke io!!!:))))

    RispondiElimina
  7. quanto mi piacerebbe avere una casetta così, prima o poi...
    sto prendendo spunti e appunti e il tuo post è di grande ispirazione.

    RispondiElimina
  8. Gianly ma è favolosa! E anche di grande ispirazione per chi, come me, ama recuperare le cose vecchie per ridar loro nuova vita!... Salvo subito questo tuo post tra i miei preferiti!.. mi sarà senz'altro utile... Un bacione e buona settimana!

    RispondiElimina
  9. Davvero bellissima...
    Buona settimana
    Mari

    RispondiElimina
  10. Thank you for doing this wonderful post on Tinker!
    It was very sweet of you!
    Have a wonderful weekend
    Donna

    RispondiElimina
  11. Ciao mamma panda! I tuoi commenti mi fanno sempre sorridere. Sei un tesoro che passi....io non ho neanche il tempo per respirare. Ho postato di corsa il mio week end ma sto trascurando molto il blog ed e le mie amiche come te. Mi dispiace molto. Ti abbraccio forte, Pat

    RispondiElimina
  12. meravigliosa. non solo come è realizzata... ma per il gesto d'amore che l'ha fatta nascere.

    RispondiElimina
  13. Anche il mio bis nonno ne costruì una per nonna ... ho la foto da qualche parte.
    Chissà che anche mio marito non possa farmene una ... ;-) stasera provo a chiederglielo!

    RispondiElimina
  14. Non devi farmi vedere queste cose..perchè farei un servizio fotografico lì dentro :D

    RispondiElimina
  15. Che angolo di paradiso!
    Sto sognando..

    Buona serata
    Silvia

    RispondiElimina
  16. Bellissima!! Quanto avrei voluto da piccola poter avere una casetta tutta mia per giocarci...

    RispondiElimina
  17. Bellisima storia, bellissima casetta!!! quanto mi piacerebbe costruirne una uguale!

    RispondiElimina

Il tuo commento motiva il mio lavoro, grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...