martedì 1 luglio 2014

Crumble di pesche e l'adolescenza

Scambio figlio adolescente con nano da giardino...
se necessario anche tutti e sette!

 
Qualcuno di voi mi capisce vero?
A tutti gli altri vorrei fare alcuni esempi...
avete presente le foglie triturate?
il pesto di mandorle?
i fughi trifolati?
la betoniera in azione?
le uova strapazzate?
i marron glacé?
Ecco vagamente cosa si prova ad avere in casa un figlio adolescente.
Non una cosa da poco...un giorno o due...
ma un periodo che va pressapoco dalla fine delle elementari
( se comprendiamo i primi segnali di preaddolescenza)
a...
io pensavo fine medie ... ma a metà liceo siamo ancora in ballo!

Credo che il dolcetto che meglio rappresenta lo stato d'animo
di un genitore di figlio adolescente sia il crumble!
Provate a farlo e ne capirete il perchè!


Accendi il forno a 180°.
In una ciotola unisci la farina, lo zucchero ed
 il burro freddo tagliato a cubetti.
Copri e riponi in frigorifero.
Taglia le pesche,
 falle saltare per qualche minuto in padella con un cucchiaio di zucchero,
qualche seme di carmamomo verde e una spremutina di lime
(mi son dimenticata di fotografarlo!)
Puoi preparare il crumble in una pirofila da forno,
io prefersco servirlo nelle ciotoline monoporzione.
Togli dal frigo il composto e lavoralo velocemente con le mani.
 Metti un paio di cucchiaiate di pesche sul fondo delle ciotoline,
aggiungi il composto fino all'orlo.
Inforna per 1/2 ora.
Servi caldo accompagnato da una pallina di gelato.


 E poi lo so...
ci son già passata con tuo fratello, 
ad un certo punto ci sarà calma piatta!
Partirai la domenica sera e tornerai il sabato mattina con una valigia
di cose da lavare mescolate a racconti fantastici,
a progetti esclusivi, a risate sonore.
Ti lascerai abbracciare e potrò darti i baci 
che ho tenuto accumulati in un barattolo per tutta la settimana.
Mi pentirò di averti scambiato con un nano da giardino perchè valeva la pena
attendere, valeva la pena permetterti di sperimentare,
confrontare, discutere, 
lasciare che tu fossi libero di credere ed inseguire i tuoi perchè.


Cambio il sottotitolo...

Offro crumble di pesche a figlio adolescente in cambio di dialogo articolato,
 senza monosillabi della durata di almeno 5 minuti.

ps.
Ti ho già detto che ti amo anche oggi??
Mamma

21 commenti:

  1. Un paio di settimane fa ho scritto un post sulla gioia di avere una zombie come figlia 12nne, e devo ancora entrare nell'adolescenza piena, quindi leggerti non mi ha fatto sentire sola. Ho riso come una pazza leggendo le tue metafore di zebedei rotanti all'apertura del post. Sei un mito. Ma anche una mamma stupenda. Bacione cara amica. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi sei sola Pat!!! Coraggio! ;)

      Elimina
  2. Va bene lo stesso se provo a fare il tuo crumble anche se non ho figli? :D
    E poi sei divertentissima!
    Grazie! Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccome!!! Però nel frattempo nel pensami!

      Elimina
  3. Gianly il mio grande ha solo nove anni e mi sono proprio accorta della sua fase pre adolescenziale.... Così non mi tiri mica sù il morale!!!
    Mi darò sicuramente al crumble però.
    Ciao
    Anna

    RispondiElimina
  4. Io solo femmine Gianly, di cui una con ormoni e paturnie in circolo da un bel po'..anni 11 e mezzo ma già da uno in questa fase tritura palline!!!!!
    Non è facile da sopportare questo periodo...ma penso che ci siamo passati anche noi, che poi passa e si trova un proprio equilibrio, la propria strada...tu sei una donna stupenda e sono certa anche una brava mamma, il tuo adolescente prima o poi tornerà ad essere un figlio da sbaciucchiare!!
    Mi sono sentitamente sola nel legge e il tuo post.. ;- <3 un bacione!

    RispondiElimina
  5. sei un mito..un piacere leggere i tuoi post...e la ricetta..?favolosa

    RispondiElimina
  6. Che buffa...Mi fai ridere... :-)Grazie per la ricetta...La proverò a breve per capire il tuo stato d'animo..
    Un bacio Ivonne

    RispondiElimina
  7. Ma poi sarà bellissimo....anche io come tutte sono passata di li....il mio ora venticinquenne è stupendo...pensa io e lui quindici giorni fa in scooter a Manerba per un pranzo a due per il suo compleanno...ero troppo felice..mi è scesa anche una lacrimuccia e non per il vento!!!!!

    RispondiElimina
  8. Mi sono rivista nel tuo racconto quanta acqua sotto i ponti è passata. Ma l'emozione del ricordo è sempre la stessa, intensa e coinvolgente.
    Bellissimo tutto, anche la ricetta, il crumble è uno dei miei comfort food preferiti.

    RispondiElimina
  9. Scusa sono un'anonima.... Luisa......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anonima Luisa, se è passata tanta acqua sotto ai ponti vuol dire che a breve ti lascerà i nipotini adolescenti per andare a riposarsi qualche giorno! Ti penso ;)

      Elimina
    2. Ti penso, ti leggo, ti osservo nel tuo lavoro che trovo straordinario per come lo svolgi, con apparente leggerezza ma tanta competenza e fantasia. Beh, per quanto riguarda i nipotini pur avendo figli grandissimi (37 - 35) neppure l'ombra.
      Complimenti.
      Luisa sempre e rigorosamente anonima.

      Elimina
    3. Eccomi un anno dopo per aver novità! Nipotini?

      Elimina
  10. ho un figlo di 21 anni e una figlia di 18... non mi giungono nuove le tue parole! dobbiamo solo resistere!
    Sandra

    RispondiElimina
  11. Mi sono commossa leggendoti..........non dico altro.....
    Tecla

    RispondiElimina
  12. che piacere leggerti! e come some ti capisco.......proverò il crumble di pesche è semplice e lo posso fare anche qui in montmontagna . Un bacio ave

    RispondiElimina

Il tuo commento motiva il mio lavoro, grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...